Con Captain Fantastic

8mm per il we Captain Fantastic (2016) di Matt Ross Matt Ross, dopo una buona carriera come attore, è passato dietro la macchina da presa e dirige il suo secondo lungometraggio (che ha anche scritto e sceneggiato). Si tratta di un film coraggioso e lontano dal cinema convenzionale. Può apparire superficiale, ma soltanto a unaContinua a leggere “Con Captain Fantastic”

Le voci raccolte nel III Municipio

Emergenze ed Aspettative Nell’intento di raccogliere voci e bisogni dal vivo, così come stabilito nel nostro programma, si riporta qui di seguito esattamente ciò che i cittadini del III Municipio indicano come esigenze e problemi da risolvere “per una città morbida”. Aspetti e problemi del Municipio III – Fulvia De Thierry con la collaborazione diContinua a leggere “Le voci raccolte nel III Municipio”

“libertà di fare politica”

Sto assistendo, senza però esserne sorpreso, alla montatura della vicenda Arabia Saudita ,una conferenza internazionale, retribuita come si usa fare, in un Paese con cui abbiamo relazioni diplomatiche e che solo oggi scopriamo che non rispetta i diritti civili…, ma che si avrà pure il diritto/dovere di considerare un interlocutore con cui confrontarsi se loContinua a leggere ““libertà di fare politica””

Ai futuri amministratori locali appello per i “quartieri esperti”

Per il ritorno a un’offerta culturale pubblica e paritaria Mentre le elezioni amministrative a Roma si avvicinano, che sia confermato o no il voto prima dell’estate, penso sia utile che ciascun soggetto impegnato a vario titolo in una riflessione sulla città che vorremmo, esprima idee, desiderata e proposte affinché chi si candida, quale che siaContinua a leggere “Ai futuri amministratori locali appello per i “quartieri esperti””

Che strano chiamarsi Federico

La domenica in 8mm Che strano chiamarsi Federico (2013) di Ettore Scola Ettore Scola è stato, senza dubbio, uno dei migliori registi italiani. Questo è il suo ultimo lungometraggio. Il racconto, tra fantasia e realtà, del suo lungo rapporto d’amicizia con Federico Fellini. Il film è ricco di storie e aneddoti poco conosciuti e conContinua a leggere “Che strano chiamarsi Federico”

Leggere Saramago per interpretare il presente

Vedere il mondo grazie a “cecità” Il romanzo di Josè Saramago “Cecità”, premio Nobel per la letteratura del 1998, è un invito alla lettura e all’incontro con la letteratura per interpretare la realtà tramite la metafora, il simbolo e il significato che ad essa si attribuisce. È un romanzo che incontra e fa incontrare laContinua a leggere “Leggere Saramago per interpretare il presente”

UNA STRANA PARTITA

Sfogliando una rivista specializzata in videogiochi, mi è capitato di riflettere su un diabolico gioco di calcio a tre squadre. Ho scoperto poi che uno schema simile viene a volte realmente utilizzato negli allenamenti. C’è una gran confusione su un campo di calcio dove giocano due squadre, figurasi cosa accadrebbe mettendone in campo tre simultaneamente.Continua a leggere “UNA STRANA PARTITA”

Una città dilatata all’impossibile

Alla città e alla cultura serve un intervento pubblico per beni pubblici Intervista a Paride Leporace Per la sezione Città di città, che è rivolta a condividere visioni, lavori, proposte e pensieri rivolti alle prossime Amministrative, come bacino disponibile per pensare, progettare e scegliere, proponiamo oggi la prima intervista a testimoni di un’idea di città.Continua a leggere “Una città dilatata all’impossibile”

Terre estreme

8mm di venti INTO THE WILD (2007) Grande Sean Penn. Difficilmente delude sia nelle sue interpretazioni sia quando decide di passare dietro la macchina da presa. “Into the wild” è basato su “Nelle terre estreme”, romanzo di  Jon Krakauer. Narra la vera storia di Christopher McCandless che dopo la laurea abbandona famiglia e amici per affrontare unContinua a leggere “Terre estreme”

Il compleanno della Garbatella

a sera I quartieri son qualcosa di molto simile a un paese, se la città a cui appartengono è una città come Roma. Con molte identità, forti spaccature di classe, emergenze, presenze e assenze. La Garbatella ha una storia lunga e unica, e credo che quello che la caratterizza di più non sia rappresentativo delContinua a leggere “Il compleanno della Garbatella”

Gigolò per caso

Un film John Turturro (2013) Devo ammettere di non aver mai visto prima un film di John Turturro (qui alla quinta regia) e ne sono rimasto favorevolmente impressionato. Non è semplice eccellere nel doppio ruolo di attore e regista. In Italia abbiamo esempi in positivo (De Sica, Germi) e in negativo (Sordi). Oltreoceano l’evento èContinua a leggere “Gigolò per caso”

Una lezione indimenticabile

Nell’occasione delle primarie del 2012 andai, con Marina Dragotto, una cara amica, compagna di lavoro e dirigente del PD veneziano, a parlare con Emanuele Macaluso al quale avevamo chiesto un parere su un nostro documento. Si trattava della proposta, aggiornata, della “Carta della partecipazione del PD”, che avevamo scritto nel 2008 e mandato a tuttiContinua a leggere “Una lezione indimenticabile”

Leader e leadership?

Avevo annotato fra i film da vedere, quando uscì e fu premiato, il francese “120 battiti al minuto”, un film sceneggiato e diretto da Robin Campillo fra il 2016 e il 2017. Qualche sera fa un carissimo amico ci scrive su whatsup dicendoci di averlo visto e di aver sentito che era uno dei più bei film cheContinua a leggere “Leader e leadership?”

LA VITA DI ADELE

8mm Il tema dell’omosessualità (maschile e femminile) è stato affrontato in molte pellicole negli ultimi vent’anni. Sicuramente “La vita di Adele” è stata una delle più discusse ma anche una delle più apprezzate dalla critica. Il film è tratto da un fumetto di Julie Maroh, con molte licenze criticate dalla disegnatrice, e diretto dal grandeContinua a leggere “LA VITA DI ADELE”

Caro Staino,

Ospitiamo l’intensa, appassionata e inappuntabile lettera che Umberto Mosso indirizza a Sergio Staino in risposta alle considerazioni di Staino intorno alla persona e alla azione politica di Matteo Renzi. Nella sua lettera a Recalcati, uscita su La Stampa il 10 febbraio, Staino rispondeva, a sua volta, a Massimo Recalcati per il suo intervento Perché difendoContinua a leggere “Caro Staino,”

IDEE PER UNA NUOVA URBANIZZAZIONE

MUNICIPIO II Prosegue la serie delle “idee per una nuova urbanizzazione” per Roma, relativo al Secondo Municipio. Si tenta di andare a fondo sul nuovo approccio necessario per la città completamente cambiata in questi ultimi anni e con l’epidemia in corso. Bisogna passare dalla quantità e dalla produzione di oggetti nella città, a volte purtroppo ancora necessari, alleContinua a leggere “IDEE PER UNA NUOVA URBANIZZAZIONE”

ROMA CAPITALE – UNA CITTA FATELO DA VOI

Con molto piacere pubblichiamo la Comunicazione di Vittoria Crisostomi. in occasione della maratona oratoria davanti a Montecitorio, il 3 febbraio 2021, per i centocinquanta anni di Roma Capitale. Questo volantino apre una serie di contributi di riflessione, sempre a cura di Vittoria Crisostomi, in vista delle prossime Amministrative. Alcuni già sono presenti nelle categorie AmministrativeContinua a leggere “ROMA CAPITALE – UNA CITTA FATELO DA VOI”

Perché Amanda Gorman

Microblog di Pete “Noi abbiamo imparato che la quiete non è sempre pace,e le norme e le nozioni di quel che «semplicemente» è non sono sempre giustizia.“ “In qualche modo, abbiamo resistito e siamo stati testimoni di come questa nazione non sia rotta,ma, semplicemente, incompiuta.“ “E così alziamo il nostro sguardo non per cercare quelContinua a leggere “Perché Amanda Gorman”

UN CAVALLO SENZA CAVALIERE

Un cavallo senza cavaliere fa pensare a praterie, immensi spazi verdi dove la libertà è garantita dall’assenza del suo atavico domatore. Un cavallo senza cavaliere suscita la fantastica sensazione di natura libera, habitat da paradiso terrestre. Un altro cavallo senza cavaliere, al contrario, ci mette tristezza anche rabbia e rancore, è il cavallo di vialeContinua a leggere “UN CAVALLO SENZA CAVALIERE”

Neve nera

8mm di inquietudine Nel curiosare tra il cinema internazionale, ho “scovato” questa pellicola di Martìn Hodara (Neve nera, 2017), regista argentino, pellicola co-prodotta dalla Spagna. Si tratta di un thriller molto ben girato e interpretato. Complesso e, a tratti, conturbante con un finale veramente originale.  Dopo la morte del padre, Marcos (insieme alla moglie Laura)Continua a leggere “Neve nera”

libertà e amore

In questi giorni, ci interroghiamo tutti su libertà e amore– in fondo la politica è questo: Sono andato al mercato degli uccelliE ho comprato uccelliPer te, amor mioSono andato al mercato dei fioriE ho comprato fioriPer te amor mioSono andato al mercato di ferragliaE ho comprato catenePesanti catenePer te, amor mioE poi sono andato alContinua a leggere “libertà e amore”

le dittature invisibili

Microblog di Roger In questi ultimi giorni di particolare tensione, di attesa per le possibili evoluzioni del quadro politico e  di sostegno alle posizioni  “controcorrente” , non “omologate” e coerenti di Italia Viva, ho ritrovato e riletto un libro , ironico, colorato e surreale, nello stile di Sepulveda e di Borges. E’ “Parole in Cammino”Continua a leggere “le dittature invisibili”

Microblog di Roger

Il monito La politica merita di essere vissuta con impegno, dedizione, rispetto e  competenza quando si fonda su valori umani e civili e viene così interpretata da un’esponente di grande spessore come Teresa Bellanova: “Io assumo il monito che ci ha consegnato quell’adolescente scomparso nel Mediterraneo , che sognava di arrivare in Europa con laContinua a leggere “Microblog di Roger”

La quieta assenza e i testimoni

Se una cosa il Covid 19 ci ha insegnato, ha portato con sé, ma pare non abbastanza, è l’importanza di un sistema di assistenza sanitaria libero e gratuito, e capace di eccellenza. Nel tornado di variazioni sul tema della perdita che la pandemia porta con sé, che toccano le economie, le forme di convivenza, iContinua a leggere “La quieta assenza e i testimoni”

Retrospettive

Mia Madre un film di Nanni Moretti Nanni Moretti è uno dei registi italiani contemporanei maggiormente apprezzato nel mondo. La sua estrema lucidità nel miscelare l’attualità con l’analisi introspettiva è sempre stata il suo punto di forza. In questo lavoro, del 2015, ha voluto aggiungere un qualcosa in più, pur mantenendo una base autobiografica.  MargheritaContinua a leggere “Retrospettive”

Bir Başkadır

Le parole per dir-se-lo Poche esperienze di fruizione televisiva sono state, di recente, per me, vive e terapeutiche quanto la visione di Ethos, in originale Bir Başkadır. Ambientata ad Istanbul, la serie delinea tutta una serie di dinamiche interpersonali, interpersonali e sociali, che rievocano e approfondiscono e suggeriscono chiavi possibili a partire da ciascun personaggio. Se centrale sembra essere il temaContinua a leggere “Bir Başkadır”

L’importanza della memoria

un contributo sociologico alla storia dell’uomo «La storia si ripete sempre due volte: la prima come tragedia, la seconda come farsa» affermava Karl Marx in tempi non sospetti. Questa frase per noi oggi e in questo giorno è ancora importante e ricca di significato; certo è, che quando la scrisse, la brutalità dell’olocausto, probabilmente, ancora nonContinua a leggere “L’importanza della memoria”

LE TRE SCIMMIE

8mm E’ stata una piacevole sorpresa, almeno per me, il regista turco Nuri Bilge Ceylan, autore del film del 2008 Tre scimmie. Diversi i premi vinti da questa pellicola. Tutti meritati da questo viaggio nelle difficili scelte legate al denaro e alla morale. Un uomo politico in un incidente stradale uccide una persona e poiContinua a leggere “LE TRE SCIMMIE”

Prendila come viene

C’est la vie Il lavoro è una cosa seria, è l’essenza stessa dello status di cittadino, è il principio di libertà, dignità di ognuno di noi. Una società civile non può esimersi dal garantire un’occupazione decorosa ad ogni residente in età lavorativa, qualunque sia la sua provenienza, cultura e competenza. Se la sfida è creareContinua a leggere “Prendila come viene”

Be happy

Don’t worry (2018) Il tema dell’emarginazione sociale, nel cinema statunitense, è uno dei più sentiti anche se relegato ai circuiti alternativi e ai registi indipendenti. L’affermazione è valida se non prendiamo in considerazione le pellicole in cui il tema è edulcorato e reso “potabile” ad ogni genere di pubblico. Ma, in questo caso, mi riferiscoContinua a leggere “Be happy”

CAMBI DI CASACCA E GOVERNI STAGIONALI

Se guardi il mondo della politica italiana ti accorgi che gli anni passano invano, pare che nulla cambi. Le nostrane rivoluzioni gattopardesche, compresa quella del M5S, che fa sempre il contrario di quello che promette, ci hanno lasciato al punto di partenza. La nostra Repubblica arranca tra i sui interstizi istituzionali per respirare con sommaContinua a leggere “CAMBI DI CASACCA E GOVERNI STAGIONALI”

ANITA B.

Avvicinandosi il giorno della memoria, ho voluto recensire un film di alcuni anni fa (2014) ingiustamente poco considerato dalla critica.  “Anita B.” è tratto da un romanzo di Edit Bruck e diretto dal grande Roberto Faenza. Come sempre, il regista, affronta argomenti importanti cercando storie particolari e poco conosciute. Nello specifico vengono narrate le vicendeContinua a leggere “ANITA B.”

COME UNA STORIA D’AMORE

a proposito del nuovo libro di Nadia Terranova Dalla Sicilia di “Addio fantasmi” Nadia Terranova ci accompagna nei quartieri della periferia romana con il suo ultimo libro “Come una storia d’amore”.  Che sia come una storia d’amore, si capisce già dalla veste editoriale particolarmente curata da Giulio Perrone Editore, da premiare ed incoraggiare, in questoContinua a leggere “COME UNA STORIA D’AMORE”

Jack, così lontano, così vicino

Il giorno dell’Epifania, per tutti una giornata di festa e di riconciliazione che precede il ritorno all’operatività, un gruppo molto nutrito di personaggi grotteschi e violenti ha attaccato il cuore della democrazia del paese che più di ogni altro, e con più continuità, ha fatto della democrazia il proprio simbolo nel mondo: gli Stati UnitiContinua a leggere “Jack, così lontano, così vicino”

6 anni dopo, Charlie

La Traversata, di Philippe Lançon – E/O, 2018 Capitolo 2 – Tappeto volante “Mi hanno sempre indispettito gli scrittori che dicono di scrivere ogni frase come se fosse l’ultima della loro vita. Significa accordare troppa importanza all’opera, o troppo poca alla vita. Non sapevo però che l’attentato mi avrebbe fatto vivere ogni minuto come seContinua a leggere “6 anni dopo, Charlie”

ORA IMPARIAMO A CORRERE COME FORREST GUMP

Valeva la pena rivedere ieri sera in TV, Italia 1 Mediaset, il film commedia drammatica del 1994 Forrest Gump, che valse aTom Hanks l’Oscar come migliore attore protagonista, oltre altri cinque Oscar con cui fu premiato il capolavoro del regista Robert Zemeckis. La vicenda si svolge tra gli anni ‘50 e ‘80 e racconta le vicende di Forrest Gump, un bambinoContinua a leggere “ORA IMPARIAMO A CORRERE COME FORREST GUMP”

Mish mash – Contaminiamoci con gioia per Natale

Sempre sul filo dei nostri racconti di Natale di questa settimana, accogliamo oggi in Redazione, su #lottangoloBlog, per più di una ragione, il musicista Marco Valabrega.  Sul suo profilo professionale leggiamo: “Marco Valabrega nasce a Roma in una famiglia di origine ebraica di artisti e musicisti […] Una nonna violinista e una madre attrice diContinua a leggere “Mish mash – Contaminiamoci con gioia per Natale”

NATALE ALLA FATTORIA DEL “CASALETTO”

Libera rivisitazione del romanzo di Orwell La messa di mezzanotte era stata opportunamente anticipata per poter rispettare il coprifuoco imposto dalle regole sanitarie, anche se gli animali sapevano perfettamente che loro non erano soggetti al contagio. Erano tutti in chiesa per la santa messa di Natale, con la mascherina ed opportunamente distanziati. Il Pinguino, parrocoContinua a leggere “NATALE ALLA FATTORIA DEL “CASALETTO””